Italia England
Alce Novara
la vision di Alce
la vision di Alce

LA VISION DI ALCE

Finalità e traguardi raggiunti in ambito alimentare
Nel campo alimentare l’attività imprenditoriale di ALCE ha perseguito sempre poche, chiare finalità:
  • salvaguardia della biodiversità, o diversità genetica, utilizzando nella trasformazione degli alimenti fermentati, quando possibile, colture naturali complesse ed autoctone, caratterizzate da un ampio patrimonio genetico;
  • interventi mirati lungo la filiera produttiva agro-zootecnica per ridurre il livello di contaminazione delle materie prime da trasformare e rendere possibile l’eliminazione e/o comunque la riduzione d’uso degli additivi chimici.
  • In questo ambito il miglioramento della qualità igienico-sanitaria degli insilati foraggeri ha consentito di eliminare l’uso della formaldeide nella fabbricazione del Grana Padano e Provolone (brevetto) e ridurre la quantità di lisozima.
  • Un ulteriore positivo risultato, frutto di questa strategia preventiva, è stata la riduzione sistematica nel latte e derivati della concentrazione dell’aflatossina M1(brevetto).
Tra i risultati positivi ottenuti da ALCE e che da tempo costituiscono il nuovo stato dell’arte nelle rispettive tecnologie, si possono annoverare:
  • utilizzo dei lieviti nella fabbricazione del formaggio Gorgonzola, tecnologia che ha permesso di ottenere la tipologia “dolce e cremificata”;
  • innalzamento delle condizioni di trattamento termico del latte per abbattere tutte le specie termoresistenti (compresa la Listeria ed i batteriofagi) e successivo trattamento con specifici ceppi di fermenti lattici in grado di ripristinare la originaria attitudine alla coagulazione. Questa tecnologia articolata, brevettata, ha rappresentato un importante passo in avanti nella sicurezza igienica del latte destinato alla caseificazione.
  • possibilità di produrre le colture di Penicillium roqueforti di grado “gluten free”. Tale muffa, utilizzata per l’erborinatura del Gorgonzola e di tutti i formaggi a pasta blu, viene normalmente sviluppata in substrati a base di farine contenenti glutine, rendendo il prodotto non consumabile da parte di soggetti celiaci. L’invenzione coperta da brevetto consente di superare questo limite.

Mettere insieme il rispetto della tradizione con la spinta all’innovazione, attraverso lo studio e la ricerca. Creare strumenti per la moderna industria per produrre i formaggi della tradizione italiana con un livello di affidabilità e di ripetibilità tipici della stabilità dei processi industriali. Seguire i clienti, con l’apporto di tecnologi altamente specializzati, ciascuno in una tipologia di prodotto.

ALCE produce e distribuisce fermenti lattici in forma liquida, congelata e liofilizzata, caglio in forma liquida e in polvere, e penicilli in forma liquida con l’esclusivo brevetto Gluten Free con l’intento di rappresentare per i moderni caseifici un partner affidabile lungo l’intero processo produttivo. Con questo obiettivo ben chiaro, ALCE ricerca e applica soluzioni personalizzate sulla base delle diverse esigenze di lavorazione del cliente e ha perciò costituito una rete di assistenza tecnica con tecnici altamente specializzati nelle diverse tipologie casearie, che garantiscono supporto tutto l’anno e lungo l’intero processo produttivo, dall’arrivo del latte fino alla stagionatura.

ALCE produce in due sedi, una a Novara e una a Quistello (MN) e disloca i propri tecnologi lungo tutto lo stivale allo scopo di seguire in loco gli utilizzatori, nel solco della qualità e dell’assistenza diretta.

Gli stessi tecnologi offrono la propria consulenza tecnica anche all’estero, a piccoli caseifici ed a grandi realtà industriali, cercando non solo di risolvere i problemi tecnici, ma individuando nel contempo i punti critici da monitorare per evitare il ripetersi degli stessi.

È questa la visione d’azienda con cui ALCE opera sul mercato, attualizzando l’antica sapienza dei maestri casari con il supporto della scienza e della tecnologia.

ALCE, ogni giorno, vende risultati!

"Testo tratto dalla Lectio Magistralis che il Dr. Giovanni Mogna ha tenuto in occasione della cerimonia di conferimento della Laurea Specialistica ad Honorem in Biotecnologie Industriali concessa dall’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia in data 02 dicembre 2009."